Questo sito utilizza solo cookies tecnici e non di profilazione. I cookie sono necessari contribuiscono a rendere fruibile il nostro sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie. Per saperne di più, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Forlanini - Stati Generali del Sociale XII Municipio

Il 1° febbraio c'è stata l' Assemblea Pubblica “Stati Generali del Sociale” del XII Municipio”.

Vi inoltriamo il documento presentato in quella occasione dal coordinamento “Per il Forlanini proprietà pubblica e bene comune”, che trovate di seguito al nostro messaggio.

Ora un breve resoconto relativo  al tema Forlanini:

La dott.ssa Francesca Perri interviene per il Coordinamento, sulla base del documento da loro redatto, e ribadisce che la destinazione del Forlanini deve essere socio-sanitaria e che non dobbiamo accettare un cambio di destinazione

In fase conclusiva dell’incontro, la Presidente Cristina Maltese, sollecitata a replicare sul problema Forlanini, ha detto che è tutto fermo e che la Regione ha in cantiere una serie di progetti ma formalmente serve un atto del Comune per il cambio di destinazione. Quindi bisogna aspettare le nuove elezioni; sarà la nuova giunta capitolina ad occuparsene. Nel frattempo, il Municipio, più che rivendicare e fare il portatore di istanze e interessi del territorio, non può fare.   

Elisabetta Caroti, del Coordinamento per il Forlanini spiega che il Forlanini continua ad essere smantellato e smembrato!

La presidente del Municipio risponde che questo spostamento e' deciso per legge e non puo' farci nulla: ''come sappiamo c'e' una legge che prevede che il S.Camillo debba assorbire tutte le strutture ospedaliere e universitarie esistenti nel Forlanini''

Il Coordinamento continuerà la sua lotta “per il Forlanini proprietà pubblica e bene comune”


Qui di seguito il testo del documento presentato al Municipio:

Il COORDINAMENTO dei COMITATI, delle ASSOCIAZIONI e dei CITTADINI per il FORLANINI PROPRIETA' PUBBLICA, BENE COMUNE, coglie l'occasione di presentarsi in questo contesto per  rivendicare  la propria presenza sul territorio a tutela di un Bene Comune, le cui finalità, che entrano appieno nel sistema del Sociale e del Welfare, sono :

1) Mantenere la proprietà, l'uso pubblico, la gestione pubblica e partecipata, di tutto il Complesso Storico Monumentale dell'ex Ospedale Forlanini 

2) Perseguire e recuperare la vocazione Socio-Sanitaria della struttura.

3) Rivendicare la destinazione culturale e la valorizzazione del patrimonio del parco e quello museale.

4) Salvaguardare l'unitarietà architettonica del Complesso e i caratteri identitari dello stesso ai sensi del dlgs.vo 42/2004.

Il Coordinamento ritiene che dismettereun bene pubblico che appartiene all'intera cittadinanza e alla nazione, per il suo valore storico e scientifico, non sia accettabile.

Da tempo il Coordinamento chiede un incontro coi vertici Regionali per promuovere un processo di partecipazione e condivisione sul futuro del Forlanini, senza ottenere risposte, e non si può accettare il generico "non ci sono soldi" da qualunque fonte venga .

La Regione attraverso i media, aveva promesso la pubblicazione di un "bando di idee" per Settembre, ma ad oggi non se ne vede traccia.

Ebbene, noi le idee le abbiamo chiare e abbiamo delle proposte concrete attraverso una vera e propria spending review "dal basso" :

1) recupero affitti passivi dei 5 poliambulatori della ASL, sparsi sul territorio dei quartieri Monteverde, Gianicolense, Portuense e Magliana (2 milioni di euro l'anno), creando  una vera e propria "Casa della Salute" in funzione in h 24, che con la presenza degli specialisti e della radiologia, potrebbe contribuire ad abbattere le liste d'attesa.

2) Costituire una RSA (togliendo di fatto la convenzione a strutture presenti in zona, scarsamente controllate ed efficienti e il cui costo non è dato sapere)

3) Creare Servizi Socio-Sanitari, con spazi dedicati per giovani e meno giovani

4) Trasferire eventualmente uno dei Municipi che insistono su quel territorio, con recupero affitto passivo

5)Trasferire tutto il 118 all'interno del Forlanini, compresa la Direzione che attualmente sta allo Spallanzani e che paga 600.00mila euro l'anno.

6) Utilizzare l'Aula Magna per eventi culturali

7) Mantenere la Scuola infermieri e la Scuola di Fisioterapia.

Queste solo alcune delle idee, senza dimenticare l'utilizzo del Parco come Polmone Verde della città o le visite guidate al Complesso Museale. Anche la piazza Forlanini è in stato di abbandono ed è un vero peccato vedere il degrado di questa città che tutto il mondo ci invidia, ma l'incuria per non dire di  peggio, provoca un danno di immagine che non ci fa bene e che allontana una delle fonti di introito per il paese tutto, quale il turismo.    

Chiediamo a tutti i Cittadini di essere solidali in questa battaglia per il recupero del Forlanini come BENE COMUNE, che ci appartiene, per non svendere questa struttura che è e deve restare di  proprietà pubblica. 

Ci auguriamo che i vertici Regionali siano finalmente disposti a riceverci e che siano pronti a cogliere i suggerimenti provenienti da cittadini che vogliono partecipare attivamente alla vita del nostro territorio e di questa città.